sabato 30 ottobre 2010

lunedì 25 ottobre 2010

In pochi anni

In pochi anni, gli uomini saranno in grado di comunicare in modo più efficace tramite una macchina che direttamente.
Ma comunicare è più di inviare e ricevere. Due registratori a nastro forse comunicano mentre suonano e si registrano l’un l’altro?
Siamo convinti di stare entrando in un’era tecnologica in cui saremo in grado di interagire con la ricchezza di un’informazione viva, non nel mero modo passivo in cui siamo stati abituati a usare libri e biblioteche, ma come partecipanti a un processo continuo, in cui possiamo contribuire, e non semplicemente ricevendo.
La comunicazione creativa e interattiva necessita di un medium duttile e plasmabile che possa essere modellato, un medium dinamico in cui le premesse fluiscano nelle conseguenze, e soprattutto di un medium comune con cui tutti possano sperimentare e contribuire. Questo strumento è a portata di mano: il computer digitale programmato. La sua presenza può cambiare la natura e il valore della comunicazione, anche più profondamente di stampa e televisione.

J.C.R. Licklider
Robert W. Taylor
The Computers as a Communication Device (1968)

domenica 24 ottobre 2010

Riflessioni .221

E nella leggerezza dell’anima ritrovare sorrisi dimenticati, fare tesoro degli attimi e riassaporarli. C’è del nuovo in ogni cosa..

sabato 23 ottobre 2010

venerdì 22 ottobre 2010

Riflessioni .220

Butto via. Butto via oggetti, ricordi, persone e affetti.
Butto tutto ciò che ingombra e appesantisce inutilmente gli spazi del cuore e della mente e deframmento l’anima.

martedì 19 ottobre 2010

martedì 12 ottobre 2010

Marketing sonoro

Il suono favorisce la compulsione all’acquisto. Nella musica d’ambiente di negozi, ristoranti, supermercati eccetera nulla è lasciato al caso:
a) Una musica lenta che propende alla nostalgia rallenta la camminata del cliente e lo spinge a consumare di più.
b) La musica ritmata usata nei fast-food aiuta a mangiare/bere in fretta, e lasciare il posto libero al cliente successivo.
c) Un suono che schiocca dà illusione di sicurezza: è ideale per accompagnare la chiusura di un gel-doccia o di una portiera.
d) La forma di patatine, cereali eccetera è studiata in modo da produrre un suono ‘croccante’ e stimolare l’appetito.

Manière de voir, n° 96

domenica 10 ottobre 2010

mercoledì 6 ottobre 2010

domenica 3 ottobre 2010

Evviva gli sposi! (in una nuvola di farfalle)

Avete presente Biancaneve (nella versione disneyana) quando, in un meraviglioso prato verde, canta con voce melodiosa giocando con gli uccellini, mentre le farfalle volano tutt’intorno? Ecco, quell’atmosfera fiabesca e rassicurante si può trasformare in realtà. Almeno il giorno delle nozze. Sì, perché sperimentato negli Stati Uniti, arriva anche in Italia il Butterfly Wedding, il matrimonio impreziosito da un volo di farfalle. Ovvero: niente riso, né confetti, meglio un raffinato battito d’ali.
A tutti gli invitati alla cerimonia viene fornito un piccolo contenitore da aprire nel momento clou, quando apparirà un nugolo candito o variopinto, a seconda della nuance preferita dagli sposi. La ‘confezione’ di farfalle arriva la sera prima delle nozze, o il giorno stesso, con le istruzioni per la gestione (ecologicamente rispettosa) degli insetti.
In Rete si trova tutto quel che c’è da sapere: dalle organizzazioni che provvedono all’intera coreografia a quelle che si limitano a fornire il kit per sospendere la coppia appena ‘convolata’ in una lieve nuvola romantica.
Perché questi lepidotteri sono simbolo di libertà e felicità: nella tradizione inglese sono infatti delle fate burlone e giocherellone (ruberebbero, nel loro volo, panna e burro dalle case), mentre in quella cristiana sono un simbolo di resurrezione. Presso gli antichi Greci rappresentavano l’anima e per gli Indiani d’America toccare una farfalla è garanzia di gioia e prosperità. Cosa c’è, in effetti, di più beneaugurante di due ali colorate per iniziare un matrimonio? Non solo: si tratta di un gesto, assicurano i promotori di questo festeggiamento alternativo, che contribuisce alla salvaguardia di una specie messa a rischio dall’inquinamento. I vari siti di Butterfly Wedding promettono addirittura la creazione di una nuova economia ‘verde’: perché l’acquisto delle farfalle nuziali contrinuisce a finanziare aree protette e di riproduzione per gli insetti. Così, cliccando su monarchbutterflywedding.com, si scopre la sua forte vocazione ambientalista. Punta invece sul ‘low cost’ butterflyevents.com, con ‘pacchetti’ a prezzi speciali per chi prenota e organizza un intero evento on line. Ma il primo posto in fatto di varietà dell’offerta spetta a thebutterflysite.com: nel catalogo web c’è infatti una vasta scelta di farfalle Monarca. Che come i fiori, meglio saperlo, si ordinano a dozzine.

Ambra Crociani

sabato 2 ottobre 2010

Riflessioni .213

Uccidere un amore.
Ucciderlo mentre ancora grida dentro. Ucciderlo per salvare i ricordi, quelli belli. Ucciderlo per impedirgli di soffocarci.
È un po’ come uccidere se stessi per continuare a respirare..